Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.  OK   Scopri di più

Ripara il Mio PC.com
Ripara il Mio PC.com

Cambiare la pasta Termica

questa pagina è stata letta 5280 volte. Condividila se ti è utile!

Mettere la pasta termica alla CPU non è impossibile!

Quante volte ho sentito frasi del tipo "il mio computer ha problemi, non sta acceso", oppure "accendo il portatile, la ventola inizia a girare all'impazzata e dopo poco si spegne" o ancora "alla schermata di Windows il computer si blocca e lo schermo torna ad essere nero".

Quando un computer inizia a dare problemi in molti non considerano che questi possano essere dovuti al fatto che i componenti del sistema non stiano operando in condizioni ottimali.

Uno dei principali elementi da prendere in considerazione in questi casi è la temperatura del processore.

Sono facilmente reperibili programmi gratuiti che permettono di monitorare la temperatura dei vari componenti del sistema, quello che noi vogliamo fare qui è controllare la temperatura della CPU. Una tra le tante applicazioni disponibili è FanSpeed che potete reperire da qui.

> Leggi anche: la migliore pasta termica PC

Monitorare temperatora processore
Monitoraggio delle temperature del PC tramite FanSpeed

Compatibile con i sistemi Windows 9x, ME, NT, 2000, 2003, XP, Vista, Windows 7, Windows 8 e anche Windows 10, una volta installata ed avviata FanSpeed mosterà le temperature dei vari elementi del vostro PC desktop o portatile, permettendo di valutare lo stato di salute del sistema.

Quello che occorre fare è controllare che i valori delle voci Core non siano superiori agli 75/80 gradi.

Applicazione pasta termica PC
Applicazione pasta termica PC

Questi numeri infatti indicano le temperatore alle quali il processore del vostro PC sta operando e, benché le temperature massime di utilizzo variano da processore a processore, temperature prossime agli 80° indicano che sia necessario un'operazione di pulizia dei componenti interni della vostra macchina, in particolare del dissipatore del PC.

ATTENZIONE operando con componenti elettronici consigliamo di utilizzare guanti ansistatici o, in alternativa, almeno indossando un braccialetto antistatico per ovviare al fenomeno dell'elettricità statica.


Quando cambiare pasta termica?

In questi casi la soluzione migliore è aprire il PC e fare una piccola manutenzione, un quarto d'ora al massimo, per sostituire la pasta termoconduttiva, capace di dare nuova vita al nostro computer.

Una volta aperto il case è necessario concentrarsi sul blocco processore-dissipatore che andremo ora a smontare.

Il dissipatore, ovvero quel blocco metallico lamellare che permette alle alte temperature sviluppate dalla CPU di essere dissipate con facilità, funziona in base al semplice principio del contatto. Stando a contatto col processore caldo esso favorisce lo scambio di calore e ne scongiura il surriscaldamento.

Questo anche grazie alla cosiddetta pasta termica dissipante (polvere di alluminio) che viene utilizzata per aumentare al massimo l'aderenza tra superfice del processore e del dissipatore. Ma proprio questa pasta termica è il problema e a volte si rende necessario sostituire la pasta termica.

Volendo pianificare la sostituzione calendario alla mano, alla domanda ogni quanto cambiare pasta termica rispondiamo ogni due anni, ma questo va valutato considerando diversi fattori: uso del PC, ambiente in cui lavora (più o meno polveroso), temperature di utilizzo, ecc...

Tubetto di pasta termica Noctua NT-H1
In cooperazione con Amazon.it Pasta termica NT-H1 in offerta su Amazon.it

Col tempo, infatti questa tende a seccarsi e a perdere le proprietà per la quale è stata utilizzata. Cosa fare dunque? E' necessario sostituirla!

Prima di tutto è necessario procurarsi un po di pasta termoconduttiva facilmente reperibile su Amazon. La costosissima pasta termica, viene venduta in piccole siringhe e in ciascuna confezione ce n'è abbastanza per due – tre cambi.

Una volta procuratasi la pasta, è sufficiente individuare i ganci che agganciano il dissipatore alla scheda madre e allentare avendo avuto cura di scollegare anche l'alimentazione del CPU_FAN. Quindi è necessario rimuovere il blocco e procedere alla sua pulizia: andrà rimossa la polvere tra le lamelle con l'aiuto di un pennellino e soprattutto i residui di pasta termica dalla parte sottostante. Cosa utilizzare? Prodotti specifici (ne abbiamo parlato qui) opppure tanto olio di gomito! Stessa cosa andrà fatta sul dorso del processore (i più temerari possono smontarlo per lavorare meglio).

Dissipatore CPU Intele AMD Artic Freezer 7 PRO
Dissipatore CPU Intel e AMD Artic Freezer 7 PRO


Fatto questo è necessario rimpiazzare la pasta dissipatrice mettendone una goccia sul processore e spalmandola leggermente in modo da averne un velo sulla superficie d'appoggio. Meglio non esagerare. A questo punto è sufficiente riagganciare il dissipatore, ricollegare il filo di alimentazione della ventola e quindi richiudere il case.

Facendo il confronto con le temperature di esercizio prima e dopo la manutenzione si potranno notare significativi cambiamenti (anche dell'ordine di 20 gradi nei casi "peggiori") segno che il nostro lavoro è stato fatto in maniera ottima!

Consigliamo la visione di alcuni video su YouTube per apprendere meglio la procedura.

Come installare un processore o simili.

Un tubetto di pasta dissipatrice
Tubetto pasta dissipatrice


Cambiare pasta termica di un portatile

Nel caso dovessimo operare su di un PC portatile la procedura da seguire è analoga, con la sola differenza che date le dimensioni più contenute dei notebook l'accesso ai vari componenti sarà più difficile. In questi casi poi non vi è un'unica via per arrivare al dissipatore del PC, ogni portatile ha infatti la sua "sequenza di smontaggio" unica. Per alcuni è sufficiente svitare alcune viti sul retro, altri richiedono, per l'accesso al processore, la rimozione anche della tastiera o di altri elementi.

Come fare per evitare di arrecare danni? Il consiglio è uno solo: cercare su Google "disassembly manual" seguito dal nome del modello del PC portatile, oppure "service manual" ancora seguito dal modello: arriveremo così alla documentazione tecnica (solitamente un PDF) messo a disposizione dal produttore che guiderà passo passo in questo intervento.

Da qui potremo poi procedere a sostituire la pasta termica del notebook.

Soluzione ancor più efficace è quella di cercare su YouTube un video smontaggio tramite le ricerche poco sopra suggerite, in questi casi però occorre una buona dose di fortuna per trovare il video di sisassemblaggio che faccia al caso vostro.


Vuoi ricevere offerte e promozioni sul mondo dell'hardware e dell'hitech?
Iscritivi al Nostro canale Telegram telegram.me/RiparaIlMioPCcom

Articolo valutato 4.93 / 5 da 14 lettori

Valuta l'articolo:            

Hai dubbi o domande?

Non esistare a scriverci, siamo rapidi nelle risposte!

Per approfondire
 La migliore pasta termiconduttiva
 Rimuovere residui di pasta termica

TOP paste termiche

Cooler Master Mastergel Maker Nano

Pasta termoconduttiva Cooler Master Mastergel Maker Nano
Noctua NT-H1

Thermal Grizzly Kryonaut

Pasta termica CPU Thermal Grizzly Kryonaut
Thermal Grizzly Kryonaut

GC-Extreme di Gelid Solutions

Pasta termica CPU GC-Extreme di Gelid Solutions
GC-Extreme di Gelid Solutions
Netflix: ecco come abbonarsi a 3 € al mese Nintendo Switch in offerta Scopri la migliore batteria esterna Amazon Geek Store: solo per i veri geek! Prova Amazon Prime GRATIS per un mese Telecamere per la videosorveglianza Lavorare con un monitor in verticale

Tutti i marchi, i loghi citati in questa e nelle altre pagine del nostro sito appartengono ai legittimi proprietari.
© 2008 - 2017 RiparaIlMioPC.com | Tutti i diritti riservati